Italiano
Non ci sono articoli nel tuo carrello
Cerca
Back to All Blog Posts

Lecco green puzzle. Anche Lecco punta sulla mobilità sostenibile e non solo.

Il Comune di Lecco, affacciandosi a nuove politiche di sviluppo sostenibele, propone incentivi per l'acquisto di biciclette a pedalata assisita per uso privato affiancandole a proposte di efficientamento edilizio.

In una città come Lecco e i grandi paesi limitrofi, dove la grande presenza di industrie e uffici crea un flusso enorme di spostamenti, l'amministrazione Comunale si stà impegnando per dare una svolta al crescente inquinamento creato dal traffico automobilistico e dalla scarsa efficienza degli stabili. 

Grazie al progetto Lecco green puzzle si propongono due bandi mirati e connessi tra loro, proprio come un puzzle, per incentivare i fruitori del territorio lecchese a compiere azioni concrete verso al sostenibilità.

Il primo "pezzo" del bando prevede due incentivi a fondo perduto riguardanti la mobilità sostenibile:

Una parte per l'acquisto di una bicicletta a peddalata assistita (velocipede, ai sensi dell’art. 50 del D.lgs. 285/1992, dotato di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 250 w, la cui alimentazione è progressivamente ridotta e infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare)

Una parte per l'installazione in ambito residenziale privato o in una pertinenza di un edificio residenziale privato, riservato esclusivamente ai residenti, di una stazione di ricarica di auto elettrica WallBox con potenza pari o inferiore a 3,7 kw

A quanto ammontano questi incentivi?

Bicicletta a pedalata assistita (e-bike)
30% del costo, IVA compresa
fino a massimo 400 euro

Wallbox ricarica domestica auto elettrica 
20% del costo, IVA compresa
fino a massimo 200 euro

Il secondo "pezzo" prevede incentivi a fondo perduto per l'efficientamento energetico degli edifici su interventi che rispettano i requisiti previsti nell'ecobonus 2019 (detrazioni fiscali statali 2019) come:

  • isolamento pareti esterne verticali
  • sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione (ammessi sia su impianti autonomi che centralizzati)
  • sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di cui al punto superiore, e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti (ammessi sia su impianti autonomi che centralizzati)
  • sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di pompe di calore ad alta efficienza, anche con sistemi geotermici a bassa entalpia
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

A quanto ammontano questi incentivi?

Coibentazione edifici privati 
10% dell’importo fatturato, IVA compresa
fino a massimo 15.000 euro

Sostituzione impianti termici obsoleti   
30% dell’importo fatturato, IVA compresa
- fino a massimo 400 euro (impianti autonomi/pompe di calore)
- fino a massimo 2.000 euro (impianti centralizzati)

 

Lo sviluppo della mobilità sostenibile passa quindi dalla diffusione della bicicletta ma sopratutto dell' E-Bike.

Come abbiamo già visto in altre realtà Italiane, le amministrazioni tendono a incentivare sempre di più l'acquisto di biciclette in genere e in particolare di biciclette con pedalata assistita. 

Sicuramente la presenza sempre più massiccia di questo mezzo nelle nostre città stà trasformando gli spostamenti urbani in spostamenti sempre più efficienti e mirati al risparmio di tempo, di denaro e di stress. A causa degli interminabili ingorghi presenti nei centri cittadini il traffico ha trasformato bellissime località in caotici luoghi di passaggio. Sia per rendere l'aria migliore sia per rendere le città più a misura d'uomo, la bicicletta stà contribuendo in modo eccellente allo sviluppo di una società dove la parola sostenibile non diventa più un proclamo ma la realtà tangibile.

Quali modelli si accostano meglio alla mobilità sostenibile?

Nel vastissimo panorama del mercato della bicicletta ci sono un considerevole numero di prodotti adatti alla realizzazione di una mobilità più sostenibile.

Se per mobilità sostenibile intendiamo la possibilità di utilizzare mezzo pubblico e bicicletta (commuting) allora la scelta ricade sulle folding bike ovvero la bici pieghevole che grazie alle sue dimensioni ridotte e la possibilità di piegarsi e chiudersi diventa un' ottima alleata per questo tipo di spostamento.

Guarda QUI i nostri modelli Folding in vendita sul nostro store online.

         Cicli CinziaSants BikeNSR Tecnobike

Se invece il tragitto casa lavoro o casa scuola (bike2work)  prevede una piacevole pedalata ma non volete correre il rischio di arrivare sudati al traguardo, la scelta della bicicletta a pedalata assistita è la scelta più mirata che potete fare. I modelli da turismo, da città, da trekking e le più sportive MTB a pedalata assistita offrono la perfetta soluzione per gli spostamenti quotidiani urbani e non.

Grazie ad un'autonomia, in base alla batteria e al percorso, che varia dai 60Kmai 140Km questi mezzi si alleano perfettamente con i tragitti cittadini e grazie alle dimensioni ridotte, anche ottime alleate nella ricerca del parcheggio.

Guarda QUI tutti i modelli e-bike in vendita sul nostro store online. 

Le credenziali per partecipare al bando Lecco green puzzle le trovate sul sito istituzionale del comune di Lecco o

a su Comune di Lecco, Lecco green puzzle. Le domande devono essere presentate entro il 5 Novembre 2019.

Commenti
Write a Comment Close Comment Form